Come sellare un cavallo – parte II

Ecco a voi la seconda parte dell’articolo su come vengono sellati i cavalli del “Cavallino d’Oro”💛🐴. Questa settimana parliamo di come mettere e regolare la testiera! 🐎💪

La testiera dev’essere posizionata e regolata molto attentamente per evitare di creare fastidi o fiaccature al cavallo.

Innanzitutto puliamo il muso con molta cura, usando una brusca morbida, una spazzola per il ciuffo e una spugna umida per naso, bocca, occhi e interno orecchie! Controlliamo che anche la testiera sia in buone condizioni: dev’essere pulita dopo ogni utilizzo e ingrassata almeno una volta a settimana. L’imboccatura va sciacquata sempre, subito dopo aver sfilato la testiera, per evitare che si formino incrostazioni di cibo e saliva.

Prima di togliere la capezza passiamo le redini intorno al collo del cavallo, questo ci permetterà di avere un minimo controllo su eventuali movimenti o scatti del cavallo.

Tenendo la testiera infilata nel braccio, così da avere entrambe le mani libere. Slacciamo le due longhine e sfiliamo la capezza.

Mettiamo la testiera: facciamo prendere l’imboccatura al cavallo accompagnandola fino alla giusta posizione, lo spazio vuoto tra scaglioni e premolari, vicino alla commessura labiale.
☡ Quando mettiamo e togliamo la testiera bisogna sempre stare attenti ad accompagnare l’imboccatura con una mano, per evitare che questa vada a sbattere sui denti o sulle gengive generando dolore e spavento nel cavallo!

Accompagnamo il sovraccapo dietro alle orecchie, piegandone una alla volta. Sistemiamo il frontalino, la posizione ideale é qualche centimetro sotto alla base delle orecchie. Se lo mettiamo troppo in alto é fastidioso per il cavallo, se troppo in basso il rischio é quello che si tiri dietro il sovraccapo andando a schiacciare le orecchie in avanti o premendo sugli occhi. Quando passiamo la testiera dietro alle orecchie stiamo attenti a sistemare il ciuffo in avanti per evitare che rimangano crini impigliati nei finimenti, cosa che risulta molto fastidiosa al cavallo.

Controlliamo che l’imboccatura sia della giusta misura per la bocca del cavallo: se il filetto é troppo stretto il punto dove sono inseriti gli anelli può pizzicare le labbra, procurare ferite e tirare troppo sulle commessure labiali; se è troppo lungo si appoggia troppo in basso nella bocca, urtando contro i denti e le barre e muovendosi continuamente impedendo di stabilire un corretto contatto tra mano e bocca durante il lavoro.
Per verificare che la misura sia corretta dobbiamo riuscire ad infilare comodamente un dito tra le labbra e gli anelli da ogni lato!

Se necessario regoliamo i montanti della testiera, il filetto é ben sistemato quando la commessura labiale rimane morbida e inclinata verso il basso e su di essa si creano alcune pieghe di pelle.

Allacciamo la capezzina che va posizionata sotto all’osso dello zigomo e dev’essere stretta in modo da rimanere aderente e ferma durante il lavoro. La capezzina ha una duplice funzione: tenere ferma la testiera e impedire che il cavallo apra troppo la bocca.

Se al nostro cavallo serve, allacciamo il chiudibocca. Questo strumento è molto importante per quei cavalli che aprono molto la bocca oppure giocano tirando fuori la lingua. Il rischio maggiore, oltre il sottrarsi alla mano del cavaliere, é quello che prendendo un colpo la lingua rimanga schiacciata tra i denti mozzandosi.

A questo punto rimane solo da allacciare il sottogola: se troppo stretto impedirà al cavallo di deglutire e respirare correttamente, possiamo regolarci controllando che tra sottogola e gola passino comodamente almeno quattro dita.

Controlliamo che tutte le parti della testiera siano dritte e simmetriche sul muso del cavallo, sistemiamo i passanti in modo che non ci siano pezzi di cuoio “volanti” durante il lavoro.

Se dobbiamo lasciare il cavallo legato con la testiera attorcigliamo le redini oppure facciamo un nodo in modo che non rimangano penzoloni rischiando di impigliarsi negli arti e facciamole passare nel sottogola. Infiliamo la capezza sopra alla testiera.
☡Mai legare il cavallo attaccando la longhina direttamente alla testiera o peggio ancora all’imboccatura, potrebbe essere molto pericoloso!

Speriamo che l’articolo vi sia piaciuto, siamo qui per rispondere ad ogni domanda! Per la settimana prossima argomento a sorpresa, se avete richieste su argomenti particolari lasciateci un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *