Cura materiale in cuoio

Al “Cavallino d’Oro” siamo abituati a prenderci cura della sella e dei finimenti dopo ogni sessione di lavoro.
Infatti durante il lavoro quotidiano si accumulano sul cuoio e sulla pelle sudore, pelo e sabbia; se non vengono rimossi questi si “asciugheranno” sul cuoio, formando una crosticina dura e rendendo il materiale secco e rigido.
Una veloce pulizia quotidiana permette quindi di evitare spiacevoli fiaccature nel cavallo (specie nella zona del garrese, sulla pancia e sul muso, aree molto sensibili e delicate) ed inoltre mantiene il cuoio elastico e ben nutrito, garantendogli una lunga durata nel tempo!
Un altro aspetto da non sottovalutare è quello della sicurezza, controllare sella e testiera quotidianamente consente di valutare che sia sempre tutto in ordine e funzionante, diminuendo il rischio di spiacevoli incidenti. Il cuoio poco curato tende infatti ad irrigidirsi e creparsi, diventando fragile e spaccandosi facilmente se sottoposto ad una trazione (cosa che avviene continuamente durante una sessione di lavoro).
Ecco come siamo abituati a fare:
~°♡°TESTIERA: la prima cosa da fare, appena sfilata dalla nuca del cavallo, é quella di sciacquare l’imboccatura sotto acqua corrente. In seguito, dopo aver sistemato il cavallo, procediamo passando una spugnetta leggermente umida con un po’ di sapone per cuoio e la lasciamo asciugare mettendola a posto in ordine, ovvero facendo passare le redini nel sottogola e chiudendo la capezzina.
~°◇°SOTTOPANCIA: noi non lasciamo MAI il sottopancia attaccato alla sella, dopo il lavoro il sottopancia viene staccato dalla sella, spazzolato con una spazzola semi rigida, strofinato con una spugna ed il sapone per cuoio e riposto ad asciugare appeso ad un gancio vicino alla testiera.
~°□°SELLA: una volta tolta la sella viene poggiata su un cavalletto, in questo modo é molto più comodo e veloce procedere nel pulirla in ogni sua parte strofinandola con una spugna o un panno umido ed utilizzando un sapone specifico per il cuoio di ottima qualità.
Esistono diversi tipi di sapone adatti alla pulizia del materiale in cuoio, in forma solida (saponetta) o liquida (spray). Si possono comprare in qualsiasi selleria e ci si può far consigliare dal sellaio sul prodotto più adatto alla propria sella. Un’alternativa valida e sicuramente più economica è il sapone di Marsiglia.

All’incirca una volta a settimana regaliamo ai nostri finimenti una cura più approfondita. La testiera viene smontata per pulire accuratamente fibbie e passanti che rischiano di essere trascurati nella veloce pulizia quotidiana. La sella viene pulita a fondo in ogni sua parte, anche sui riscontri e sotto ai cuscini, così come per il sottopancia e gli altri finimenti ( martingala, collarino.. ). Dopodiché ci occupiamo di NUTRIRE IL CUOIO. Si può usare il GRASSO da massaggiare con una spugnetta ben pulita oppure l’OLIO da applicare con un pennello. Alla fine bisogna rimontare tutto e lasciare asciugare. Cerchiamo sempre di applicare il grasso o l’olio la domenica in modo tale che il lunedì che il maneggio è chiuso e nessuno fa lezione, la bardatura può asciugarsi e i prodotti usati possono assorbirsi più facilmente.
Grazie a tutte queste cure i nostri finimenti si presentano sempre in ordine, puliti e morbidi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *